Notizie utili di Approdo Domus Francescana a San Giovanno Rotondo

Torna in homepage

Attenzione: Potresti avere Javascript o CSS disabilitati nel browser. Sebbene le news sono comunque visibili, alcune funzionalità non verranno visualizzate.

  • Al momento no ci sono offerte disponibili

Prenota subito

Notizie utili

 
 
Messe ed orari del Convento di "Santa Maria delle Grazie"

  

NUMERI UTILI CONVENTO

 

> Centralino e Albero informazioni: tel. 0882/4171 - 0882/417500
> Ufficio Pellegrinaggi: tel. 0882/417500 - Fax 0882/417525 - E-mail: info@santuariopadrepio.it
> Voce di Padre Pio: tel & fax 0882/418311 - 418310
> Casa di riposo Frati Provincia Religiosa "Sant'Angelo e San Pio": tel. 0882/4171

 


 

ALTRI INDIRIZZI ELETTRONICI:

> Siti internet:

> E-mail: cappuccini@conventopadrepio.com

 

 


Viale Padre Pio, n. 24
71013 San Giovanni Rotondo (FG)
Tel & Fax 0882/412996
Sito Internet: www.approdocentroaccoglienza.it
E-mail:
info@approdocentroaccoglienza.it

 

  

 


LA VITA DI PADRE PIO PER DATE

  • 1887 (25 maggio) nasce a Pietrelcina (Benevento).
  • 1903 (6 gennaio) si reca a Morcone (Benevento) per iniziare il noviziato tra i Cappuccini; (22 gennaio) veste i "panni di probazione" e diventa fra Pio da Pietrelcina.
  • 1904 (22 gennaio) emette la professione dei voti semplici; (25 gennaio) si trasferisce a S. Elia a Pianisi (Campobasso) per iniziare la "rettorica".
  • 1907 (27 gennaio) emette la professione dei voti solenni; (fine ottobre) a Serracapriola (Foggia) per iniziare lo studio della sacra teologia.
  • 1908 (fine novembre) a Montefusco (Avellino) per continuare la teologia; (19 dicembre) riceve gli ordini Minori a Benevento; (21 dicembre) diventa suddiacono nella stessa città.
  • 1909 durante i primi mesi dell'anno a Pietrelcina, malato; (18 luglio) riceve l'ordine del diaconato nella chiesa del convento di Morcone.
  • 1910 (10 agosto) ordinazione sacerdotale nel sacello dei canonici nel duomo di Benevento; (14 agosto) prima M essa solenne a Pietrelcina; in quest'anno si hanno le "prime apparizioni di stimmate".
  • 1911 (fine ottobre) è mandato a Venafro, ma la malattia lo costringe quasi continuamente a letto. Succedono fenomeni straordinari: (7 dicembre) torna a Pietrelcina.
  • 1915 (25 febbraio) per motivi di salute, ottiene il permesso di poter continuare a stare fuori convento, ritenendo l'abito cappuccino; (6 novembre) è chiamato alle armi; (6 dicembre) assegnato alla 10° Compagnia di Sanità a Napoli.
  • 1916 (17 febbraio) a Foggia nel convento di S. Anna; (4 settembre) a S. Giovanni Rotondo; (18 dicembre) rientra al corpo militare di Napoli. Licenze e richiami sino al 16 marzo 1918, riformato per "bronco-alveolite doppia".
  • 1918 (5-7 agosto) trasverberazione; (20 settembre) stimmatizzazione.
  • 1919 ( 15-16 maggio) Luigi Romanelli, primo medico che visita p. P io dopo la stimmatizzazione; (26 luglio) relazione medica di Amico Bignami; (9 ottobre) visita medica di Giorgio Festa.
  • 1922 (2 giugno) primi provvedimenti del Sant'Ufficio.
  • 1923 (31 maggio) il Sant'Ufficio dopo una inchiesta decreta non constare della "soprannaturalità dei fatti attribuiti a padre Pio"; (17 giugno) altri ordini: padre Pio celebra nella cappella interna del convento senza pubblico e non risponde né per se ne per altri a lettere a lui indirizzate; (26 giugno) causa sommossa popolare, padre Pio celebra di nuovo in chiesa; (8 agosto) padre Pio viene a conoscenza dell'ordine (datato al 30 luglio) di trasferirsi ad Ancona, a disposizione; (17 agosto) causa fermento popolare, si differisce la re mozione.
  • 1929 (3 gennaio) muore a S. Giovanni Rotondo la mamma di padre Pio.
  • 1931 (23 maggio) padre Pio viene privato di ogni esercizio di ministero, eccetto la santa Messa, che può celebrare soltanto nella cappella interna del convento, e privatamente.
  • 1933 ( 16 luglio) padre Pio scende a celebrare la santa Messa in chiesa.
  • 1934 (25 marzo) padre Pio riprende ad ascoltare le confessioni degli uomini; (12 maggio) e quella delle donne.
  • 1946 (7 ottobre) muore il padre di padre Pio a S. Giovanni Rotondo.
  • 1947 (19 maggio) inizio dei lavori di spiano per la costruzione della "Casa Sollievo della Sofferenza".
  • 1955 (31 gennaio) rituale colpo di piccone per l'erigenda nuova chiesa del convento.
  • 1956 (5 maggio) inaugurazione della "Casa Sollievo della Sofferenza".
  • 1959 (1 luglio) consacrazione della nuova chiesa.
  • 1965 (17 febbraio) padre Pio può continuare a dire la Messa in latino.
  • 1966 (21 novembre) e poter celebrare in pubblico, seduto.
  • 1968 (29 marzo) padre Pio comincia ad usare una sedia a rotelle, perché le gambe non se le sente; (22 settembre) alle 5 sua ultima Messa; alle 18 sua ultima benedizione alla folla in chiesa; (23 settembre) alle 2,30 padre Pio, ricevuto il sacramento dell'unzione dei malati, muore serenamente con la corona del santo Rosario in mano e con "Gesù... Maria !..." sulle labbra.
  • 1999 (2 maggio) Padre Pio è Beato.
  • 2001 (giugno) Padre Pio è Santo anche per la Chiesa.

***

 

TELERADIOPADREPIO
Televisione e radio satellitare
www.teleradiopadrepio.it

La radio già c'era, dal 20 dicembre 2003, con quattordici ore di programmi dedicati al Santo di Pietrelcina, ma anche trasmissioni attente ai fenomeni sociali e alle questioni etiche di interesse nazionale e internazionale, nasce ufficialmente la prima televisione di San Pio. Celebrazioni eucaristiche e liturgie che si svolgono all'interno delle chiese conventuali dei frati cappuccini di San Giovanni Rotondo e programmi espressamente dedicati a illustrare il messaggio e la spiritualità di Padre Pio. E' l'impegno concreto e quotidiano di Teleradiopadrepio (visionabile anche su internet all'indirizzo www.teleradiopadrepio.it), emittente televisiva satellitare che rappresenta l'ultima evoluzione del progetto editoriale dei Frati Cappuccini della Provincia Religiosa "Sant'Angelo e Padre Pio". La tv trasmette il suo segnale in chiaro (può essere ricevuta attraverso un qualsiasi ricevitore satellitare, mentre per gli abbonati SKY si trova sul canale 856). Per la realizzazione del nuovo network televisivo, i Frati di San Giovanni Rotondo si sono affidati alla Digitaltech, azienda capace di offrire professionalità ed esperienze conquistate sul campo. L'attuale palinsesto prevede 14 ore di programmazione quotidiana: dalle 7.30 della mattina, fino alle 21.00, iniziando le trasmissioni con la Santa Messa, in diretta dalla cripta o dalla chiesa grande "Santa Maria delle Grazie" di San Giovanni Rotondo, dove si trova la tomba di San Pio da Pietrelcina. La chiusura delle trasmissioni verrà invece segnata dal Santo Rosario, trasmesso dalla cripta della stessa chiesa.

* * *

CASA SOLLIEVO DELLA SOFFERENZA E POLIAMBULATORIO

A poche centinaia di metri dall'Approdo insistono due strutture sanitarie molto importanti, la Casa Sollievo della Sofferenza, voluta da San Pio da Pietrelcina, e il Poliambulatorio, a cui si rivolgono migliaia di sofferenti, bisognosi di diagnosi e cure a tutti i livelli. Presso l'Approdo, ubicato nelle immediate adiacenze de "Gli Angeli di Padre Pio", il centro di recupero e riabilitazione per bambini non vedenti od ipovedenti, possono essere ospitati parenti di ricoverati anche per lunghi periodi. Come pure possono trovare ospitalità tutti coloro che si recano a San Giovanni Rotondo per farsi visitare dai valenti servizi medici delle due strutture.

Prenota subito

Contatti

+39 0882 412996

info@apprododomusfrancescana.it

Viale Padre Pio n. 24
71013 San Giovanni Rotondo
Foggia - Puglia - ITALY

seguici anche su facebook
Riconoscimenti